Come investire in tempi incerti

Ogni giorno sembra che il mondo sia sempre più interconnesso. Se guardi un canale televisivo finanziario o leggi le notizie online, molto probabilmente sei consapevole di come gli eventi in un paese sembrano avere un effetto sempre crescente su altri paesi nel mondo.

Alcuni aspetti della globalizzazione possono avere benefici positivi, ma quando si verificano minacce di crisi finanziaria, guerra, recessione globale, squilibri commerciali, ecc., spesso si parla di spostare denaro verso investimenti più sicuri e di aumentare i deficit pubblici. Questa crescente incertezza può confondere anche l’investitore ben informato.

Punti chiave

  • C’è sempre un livello di rischio e incertezza quando si investe, che aumenta in tempi di guerre, recessioni, pandemie e altri eventi negativi.
  • Quando arrivano i tempi difficili, gli investitori spostano i loro soldi dalle azioni verso asset più sicuri, come metalli preziosi, titoli di stato e strumenti del mercato monetario.
  • Lo spostamento del capitale degli investitori dalle azioni agli asset più sicuri provoca un deprezzamento del mercato azionario.
  • L’incertezza ha un impatto sull’economia sia a livello micro che macro: a livello micro si concentra su aziende e individui, mentre a livello macro si concentra sull’economia nel suo complesso, come i prezzi globali del petrolio e la fuga di capitali.
  • Essere ben informati e adattare la propria strategia di investimento man mano che gli eventi cambiano nel tempo ti consentirà di investire saggiamente durante i periodi incerti.
  • La diversificazione è una strategia di investimento chiave che previene perdite significative se un’area del tuo portafoglio subisce un grave colpo.

L’impatto dell’incertezza sugli investimenti

Ogni volta che si mette a rischio il denaro nel tentativo di trarre profitto, c’è un livello intrinseco di incertezza. Quando si presentano nuove minacce come guerre o recessioni, il livello di incertezza aumenta in modo significativo poiché le aziende non possono più prevedere con precisione i loro utili futuri.

Di conseguenza, gli investitori istituzionali ridurranno le loro partecipazioni in azioni considerate non sicure e sposteranno i fondi verso altre classi di attività come metalli preziosi, titoli di stato e strumenti del mercato monetario. Questa svendita, che si verifica quando i grandi portafogli si riposizionano, può causare un deprezzamento del mercato azionario.

L’incertezza è l’incapacità di prevedere eventi futuri. Le persone non possono prevedere la portata di una possibile recessione, quando inizierà/finerà, quanto costerà o quali aziende saranno in grado di uscire indenni.

La maggior parte delle aziende normalmente prevede le tendenze delle vendite e della produzione che il pubblico degli investitori seguirà assumendo normali condizioni di mercato, ma i crescenti livelli di incertezza possono rendere questi numeri significativamente imprecisi.

Micro e Macro Rischi

L’incertezza stessa può influenzare l’economia sia a livello micro che macro. L’incertezza a livello micro è incentrata sull’effetto sulle singole aziende all’interno di un’economia che si trova ad affrontare la minaccia di guerra o recessione, mentre l’incertezza a livello macro tende a guardare più all’economia nel suo complesso.

Microrischi

Da un punto di vista micro-livello, specifico dell’azienda, l’incertezza rappresenta una delle principali preoccupazioni per coloro che producono beni di consumo ogni giorno. Ad esempio, i consumi potrebbero crollare a causa della minaccia di una recessione poiché gli individui si astengono dall’acquistare nuove automobili, gadget e altri beni non essenziali.

Questa incertezza potrebbe costringere le aziende di alcuni settori a licenziare alcuni dei propri dipendenti per contrastare l’impatto del calo delle vendite. Il livello di incertezza che circonda le vendite di un'azienda si estende anche al mercato azionario. Di conseguenza, i prezzi delle azioni delle aziende che producono beni non essenziali a volte subiscono una svendita quando i livelli di incertezza aumentano.

Rischi macro

A livello macro, l’incertezza è amplificata se i paesi in guerra sono i principali fornitori o consumatori di beni. Un buon esempio è un paese che fornisce gran parte del petrolio mondiale. Se questo paese entrasse in guerra, aumenterebbe l'incertezza sul livello delle riserve mondiali di petrolio. Poiché la domanda di petrolio sarebbe elevata e l’offerta incerta, un paese incapace di produrre abbastanza petrolio all’interno dei propri confini sarebbe tenuto a garantire che sia immagazzinato petrolio sufficiente per coprire le operazioni. Di conseguenza, il prezzo del petrolio aumenterebbe.

Un altro evento a livello macro che colpisce aziende e investitori è la fuga di capitali e la svalutazione dei tassi di cambio. Quando un paese si trova ad affrontare la minaccia di una guerra o di una recessione, la sua economia è considerata incerta.

Gli investitori tentano di spostare la propria valuta da fonti instabili a fonti stabili; la valuta di un paese sotto minaccia di guerra può essere venduta e al suo posto vengono acquistate le valute di paesi senza minaccia. L’investitore medio probabilmente non lo farebbe, ma i grandi investitori istituzionali e i trader di futures valutari lo farebbero. Queste azioni si traducono in una svalutazione dei tassi di cambio.

Strategie di investimento per tempi incerti

Quando si verificano situazioni di elevata incertezza, la migliore difesa è essere quanto più informati possibile. Tieniti aggiornato seguendo le notizie che influiscono sui mercati ed effettuando ricerche sulle singole aziende. Analizzare quali settori hanno più da guadagnare e da perdere in una crisi e decidere un piano a lungo termine.

Investire in oro è stata una strategia popolare durante i periodi di crisi economica, principalmente perché l’oro ha un valore intrinseco.

I periodi di maggiore incertezza possono portare a grandi opportunità per gli investitori che si posizionano per trarne vantaggio. Alcuni investitori potrebbero decidere di passare all’offensiva e cercare aziende che forniscano beni o servizi che porteranno a grandi rendimenti quando le cose cambieranno. È difficile impegnare capitali in periodi incerti, ma spesso è possibile ottenere enormi ricompense nel lungo termine. Coloro che vogliono mitigare l’incertezza e il rischio potrebbero accontentarsi di lasciare i propri soldi dov’è o magari spostarli su titoli più sicuri.

La diversificazione è sempre una tattica di investimento chiave e non solo in tempi di incertezza. Distribuire i propri investimenti su una varietà di asset, come azioni, obbligazioni e metalli preziosi, aiuta ad attenuare il colpo se un’area si deprezza rapidamente.

Inoltre, investire in diverse regioni e in diversi settori e industrie aumenta anche la diversificazione. Ad esempio, se avessi tutti i tuoi investimenti in compagnie petrolifere e i prezzi del petrolio crollassero a causa dello scoppio della guerra in Medio Oriente, correresti un rischio significativo di perdita. Ora, se avessi investimenti anche nel settore tecnologico e nelle energie rinnovabili, il tuo portafoglio non ne risentirebbe così tanto.

La linea di fondo

Indipendentemente dalla strategia che decidi di adottare (se presente), non puoi sbagliare a lungo termine mantenendoti ben informato e mettendoti nella posizione di trarre vantaggio dai prezzi quando le cose si invertono. Essere in grado di tenerti aggiornato sulle notizie e adeguare il tuo portafoglio di conseguenza ti aiuterà a investire saggiamente durante i periodi incerti.

Puoi aggiungere questa pagina ai segnalibri
LEGGERE  Come New York è diventata il centro della finanza americana